Barcode EAN

Quelle barre di Satana 15 commenti


La nostra esperienza di indagatori del mistero ci ha abituato a vedere qualche stranezza su un po’ di  tutto, ma personalmente non avrei immaginato che la credulità e aggiungerei il bigottismo di qualcuno potesse portarlo addirittura a sporgere una denuncia contro ignoti per “perturbamento della libertà di credenza e di culto (art. 261 del Codice penale svizzero), per discriminazione razziale (art. 261bis) e per ogni altro reato che verrà evidenziato in sede di accertamento istruttorio” ritenedo che il classico e onnipresente codice a barre nasconda nientemeno che un subliminale messagio satanico.

Ma giungiamo per ordine.

Il moderno codice a barre , cosa che ormai sappiamo tutti, è un metodo semplificativo per trasmettere informazioni di un prodotto in maniera veloce che facilità molti dei compiti di magazzino, oltre che velocizzare la nostra spesa. Noi ne apprezziamo solo una minima parte, dato che al cliente finale di un negozio, supermercato, centro commerciale interessa poco la funzione di rintracciabilità e facilitazione di magazzino che ne deriva.

Come molte altre cose anche i codici a barre si distinguono in vari standard suddivisi in base alla geolocalizzazione, all’utilizzo che se ne deve fare e ad altri parametri.

Senza entrare nel dettaglio dei vari standard prenderemo in esame solo le categorie EAN e UPC e capiremo presto il motivo.

Barcode EAN

Barcode EAN

Barcode UPC

Barcode UPC

Il codice EAN ( European Article Numbering) è quello che troviamo nei supermercati per la rilevazione automatica dei prezzi e viene utilizzato nella grande distribuzione Europea e in alri paesi Extraeuropei ad eccezione degli  Stati Uniti e del canada che per motivi storici utilizzano lo standard UPC (Universal Product Code) che comunque è molto simile all’EAN come si può vedere nelle immagini a lato.  Sia EAN che UPC hanno una caratteristica che ha fatto scatenare le ire di un certo Dante Davide Scolari, consigliere Ticinese dichiaratosi Cattolico praticante, che vede nel sistema di controllo dei codici il segno della bestia. Come si può vedere il codice è delimitato da due barre di inizio, da due di chiusura che racchiudono i numeri e al centro presentano due barre di controllo. Le barre di apertura, di chiusura e la centrale di controllo si diffrenziani dalle altre in quanto più lunghe , ma nello stesso tempo sono uguali tra loro nella forma. Il problema è che per la loro formahanno le stesse caratteristiche della coppia di barre che identifica il numero 6. Ecco spiegato il perché della protesta di Scolari. Nei codici EAN e UPC quindi troviamo sia all’inizio, che al centro che alla fine il numero 6 e quindi si avrà un 666, il numero che viene generalmente invocato quale simbolo satanico per eccellenza.

Secondo il consigliere l’utilizzo dei simboli scelti per delimitare il codice  “non alcuna giustificazione tecnica”, ovvero con una scelta originaria “incomprensibile”,e quindi accusa gli ideatori di aver volotariamente utilizzato l’impronunciabile numero della Bestia ripreso nell’Apocalisse di San Giovanni.  Il tutto è amplificato dal fatto che comunque i codici a barre sono un simbolo del capitalismo, degli interessi monetari che vanno contro i principi cristiani e che quindi incarnano il male assoluto come appunto la Bestia dell’Apocalisse. Il codice a barre viene visto come “L’impronta sulla mano destra” senza la quale “ nessuno potrà comprare o vendere

Poi vidi un’altra bestia che saliva dalla terra… Essa fece sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e servi, ricevessero un’impronta sulla loro mano destra o sulla loro fronte, di modo che nessuno potesse comprare o vendere, se non chi aveva l’impronta, il nome della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza! Chi ha intelligenza, calcoli il numero della bestia; perché è un numero d’uomo. E il suo numero è 666. (Rivelazione 13:17, 18)

È inutile dire che le accuse sono ritornate al mittente, ma la vicenda non è certo passata inosservata e ovunque si sono scatenate iniziative di protesta da parte di chi appoggia l’iniziativa di Scolari perpetrando con cadenza intermittente con comunicati, iniziative, siti web e altro per far eliminare quel simbolo blasfemo dai codici a barre.

Noi ci asteniamo da qualsiasi tipo di commento, riteniamo che sicuramente i tecnici che hanno raelizzato un mezzo così importante come il codice a barre non abbiano deciso di appoggiare dei piani diabolici con un messaggio subliminale  esoprattutto per rispetto a quanto riportato sulle Sacre Scritture troppo spesso citate come pretesto per poter diffondere false credenze che di religioso non hanno nulla a che fare.

La storia del barcode Satanico ( sembra  il titolo di un film non trovate ) è una delle tante bufale che offendono non solo la ragione ma anche chi vuole veramente credere senza l bisogno di vedere prodigi o diavoli nascosti in qualsiasi cosa…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × uno =

15 commenti su “Quelle barre di Satana

  • Anonimo

    Io farei attenzione a toccare questi argomenti , non sono rispettosi nei confronti di chi crede, ma che vi credete che per il fatto che siete atei lo dobbiamo essere tutti?

  • Anonimo

    Innanzitutto mi voglio complimentare con gli ideatori del sito, è ben fatto e le informazioni sono di qualità. Se il buon giorno si vede dal mattino prevedo un bel portale.
    Dunque , cara Dolly, la cosa credo sia diversa.
    Credere in Dio è una cosa, io sono cattolico e quindi posso dire la mia credo, credere nel demonio fa parte della religione, ma come dice l’articolo che si vede il male in ogni cosa mi sembra esagerato. Ormai sembra che ci siano messaggi subliminali dappertutto e in giro basta sparare una cazzata per essere famosi.
    Quindi non confondiamo la vera fede con qualcosa di falsamente religioso, io credo in Dio, amo Dio e lo faccio per amore non perché ho paura di un diavolo nascosto in un codice a barre. Poi ognuno la pensa come vuole 😉

  • Anonimo

    Non è che creda a queste cose, ma la cosa comunque desta un po’ di sospetto. Non per il fatto che sia il concretizzarsi delle profezie bibliche e che i barcode sono il segno sulla mano dei dannati, ma perché comunque il 666 c’è veramente. Qualcuno sa il perché si è scelto quel simbolo sia per il sei che per i limiti?
    È un po’ come i presunti messaggi subliminali dei film disney che effettivamente ci sono, non che disney sia satana, ma qualche suo dipendente è un po’ troppo burlone …

  • ruggine

    Certo che vedere il diavolo nei codici a barre è un po’ eccessivo…
    Inoltre il significato delle barre incriminate non è numerico (6), bensì rientra nella logica puramente strutturale del codice.
    Forse qualcuno voleva solo far parlare un po’ di sé…

    Ciau

  • Odio gli atei

    Satana assume migliaia di forme plagiando le menti di chi non vuole credere che esista, e il capitalismo è una delle sue forme. Il codice a barre è il simbolo per eccellenza del capitalismo quindi chi chiede la sua abolizione ha ragione. Salviamoci non seguiamo chi ci vuole distruggere

  • OrsettoGommoso2

    [quote name=”Odio gli atei”]Satana assume migliaia di forme plagiando le menti di chi non vuole credere che esista, e il capitalismo è una delle sue forme.[/quote]

    eh xò la gente ke sostiene ste robe fa libri e programmi in tv guadagnando capitalisticamente dei soldi

    [quote]Il codice a barre è il simbolo per eccellenza del capitalismo quindi chi chiede la sua abolizione ha ragione.[/quote]

    sì bè, è utile, così ogni volta fai 1 ora di fila al supermercato, i prezzi aumentano ecc. …. visto ke ci siamo si potrebbe anke proporre di abolire i prezzi scritti in cifre sulle confezioni e di sostituirli cn degli acrostici …

  • Emmanuel Goldstein

    Dopo quello che hai scritto mi sa che nel tuo caso il cervello è comandato da estratti bianchi di papavero rosso, altro che rose rosse e massonerie varie. Continua a rincorerre il tuo complotto del nuovo ordine mondiale e rettiliani , noi ci tuteliamo difendendo le nostre menti da queste bacate teorie senza fondamento.
    [quote name=”juttari”]Massoneria ragazzi. Svegliatevi cazzo. Il mondo è comandato da simboli, non da leggi, e da rose… rosse.[/quote]

  • nena

    Chissà magari a questo mio commento in ritardo di quasi 4 anni non seguirà nessuna risposta, ma non credete che i simboli giochino un ruolo fondamentale in questa società? Poi in fondo stiamo parlando del diavolo, quindi di un essere piuttosto astuto, non di un’idiota con un bigliettino da visita in tasca: ‘satana, world’s manager’

  • axel

    E invece rispodo io prontamente. LOL

    Il simbolismo è una cosa importante, ma qui si sta esagerando. Non è che sia necessario trovare un significato in ogni cosa, Se al posto di quelle barre ci fossero state altre qualcuno avrebbe trovato altre analogie. Si è nell’epoca del dover per forza trovare un complotto in ogni cosa. E non entro nei meriti sull’esistenza di Satana, è un discorso a parte.

    [quote name=”nena”]Chissà magari a questo mio commento in ritardo di quasi 4 anni non seguirà nessuna risposta, ma non credete che i simboli giochino un ruolo fondamentale in questa società? Poi in fondo stiamo parlando del diavolo, quindi di un essere piuttosto astuto, non di un’idiota con un bigliettino da visita in tasca: ‘satana, world’s manager'[/quote]