Vidatox: sperimentazione?

Dossier Vidatox

Sono almeno dieci giorni che il Vidatox occupa la cronaca sulla stampa nazionale e locale ma non sembra si sia chiarito molto sulla questione. Successivamente al sequestro di 200 flaconi del prodotto all’aeroporto di Bari, il 27 settembre 2011, e la denuncia al presidente Matteucci di Pharma-Matrix, ci sono state dichiarazioni in merito da parte di esponenti autorevoli: il Ministro della Salute Ferruccio Fazio e il professor Francesco Schittulli presidente della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori).


Il Ministro ha dichiarato: “In Italia e’ possibile fare richiesta di farmaci per uso compassionevole, secondo le normative vigenti. Le richieste vengono valutate e si fanno verifiche. Sconsiglio invece vivamente il ricorso a ogni altra procedura al di fuori della legge. I farmaci della speranza, come i viaggi della speranza non portano a nulla”.
Il professor Schittulli, di seguito, parlando del Ministro ha dichiarato:
“Gli ho chiesto di far chiarezza su questa sostanza di cui tanti pazienti mi parlano. E mi ha assicurato che non c’è alcuna preclusione ad attestarne la validità, ma attraverso un serio protocollo scientifico. Io sono pronto a fare da collegamento. Mi faccio promotore di accompagnare questa persona (Francesco Matteucci, presidente della casa farmaceutica che produce il farmaco, ndr), con un flacone di questa sostanza, da Ferruccio Fazio e all’Aifa (Agenzia per i farmaci) per testarne la validità, accelerandone il percorso come fu fatto, d’altra parte, per la cura Di Bella. L’iter scientifico si concluse in qualche mese”.

L’incontro al Ministero tra Schittulli, Fazio e Matteuccci, in un primo momento confermato, è stato rimandato alla prossima settimana. Ho chiesto informazioni al Prof. Schittulli tramite e-mail, chiedendo com’è possibile che si dia credito a un avvocato che promette cure miracolose grazie a un rimedio di dubbia provenienza ed efficacia. Il professore molto gentilmente mi ha risposto che il suo intento è proprio quello di fare chiarezza e perciò ha proposto una sperimentazione, anche se, su Matteucci è stato evasivo dicendomi che non può esprimersi su persone che non conosce. Gli ho chiesto se quindi, nega le notizie apparse sulla stampa riguardo all’incontro con Matteucci al Ministero ma non ho più avuto risposta. La stampa non ha chiarito un granché, molte informazioni sono risapute. Il Corriere del Mezzogiorno.it, tramite la sua inviata Lorena Saracino propone la cronaca di una giornata alla Pharma Matrix a Tirana. Mi sarebbe piaciuto leggere i nomi dei medici che operano nella fantomatica clinica, oppure di come si svolge una visita, se veramente si visita sulla carta o sulla persona, se esiste un oncologo in sede, niente di tutto questo. La giornalista intervista alcune persone presenti nella struttura albanese, tra questi qualcuno dichiara di essere stato consigliato da un medico dell’ospedale “Grassi”. Questo mi riporta agli inizi, il direttore dell’IFAC, Salimbeni, il presidente di AMON, Fierro e il medico dell’ospedale Grassi di Ostia, Dott. Giovanni Battista Speranza primario di oncologia, punto di riferimento dei pazienti oncologici che fanno uso del prodotto cubano. Nel luglio 2011 egli stesso dichiarava in un articolo http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/notizia.php?IDCategoria=2699&IDNotizia=442897 che il rimedio cubano era efficace nel 75% dei casi. Il testimonial più famoso è la stessa paziente che è stata intervistata nel servizio delle “Iene”, la madre di Piero Fierro. Ma un medico che consiglia ai pazienti cure non provate scientificamente non va contro il codice di deontologia medica?

Tornando alla Pharma-Matrix, nel suo sito, continua a pubblicizzare l’accordo con l’ambulatorio Stella Maris di San Marino per il protocollo Vidatox. In lingua inglese non proprio impeccabile cita: “The efficacy and safety of Vidatox* in patients with advanced tumorus : A multicenter, openlabel, phase IV study”.
A San Marino però, è ancora tutto bloccato. I riferimenti al Vidatox, nel sito del poliambulatorio, sono stati tolti e il Prof. Pansini è sparito, così come a suo tempo scomparve il Prof. Ambrosino. In un articolo in data 10 ottobre 2011 http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=5606 si scrive che il sen. Luigi d’Ambrosio Lettieri, segretario della Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama, ha chiesto al presidente Schifani l’autorizzazione a svolgere un’indagine conoscitiva sul caso Vidatox.

Un ottimo articolo invece, lo pubblica Galileo (giornale di scienza) che si rivolge, con un’intervista, a Silvio Garattini, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche ‘Mario Negri’ che dice molto chiaramente:
“Non è compito della comunità scientifica fornire delle prove, bensì di chi vuole commercializzare il prodotto. Dobbiamo fare molta chiarezza su questo punto, perché corriamo il rischio di imbatterci in un altro caso Di Bella”. Qui l’articolo completo:
http://www.galileonet.it/articles/4e8ed1a772b7ab3b2b000119

E concludo con una brevissima considerazione: non sono forse i cubani che, per primi, ammettono l’inefficacia del prodotto avendo registrato la versione omeopatica?

Rosa Contino

7 comments

  • @ Rosa:E proprio ieri sera alle Iene servizio su ESCOZUL. spero tu abbia visto il servizio Rosa, perche devi spiegarmi una cosa,perche’ i servizi sono fatti tutti rigorosamente bene, per esempio quello sulla qualita’ dell’acqua ai ristoranti ,quello sulle auto usate ,ecc. ecc.arriva il servizio Escozul e di colpo cambia il metodo d’indagine. Perche Rosa?ciao

  • L’ho visto il servizio delle IENE. A me è piaciuto specie per il fatto che Golia ha evidenziato che Escozul non esiste più , ma ora c’è l’acqua benedetta CH 30 e che non è quella panacea di cui si parlava dato che molti che si sono curati con il miracolo Cubano sono passati a miglior vita. Allora non è vero quello che sostengono alcuni e sarei curioso di vedere se il prossimo anno il nonnino senza voce sarà ancora in salute. Ragazzi un po’ di realismo. Il cancro purtroppo rimane ancora una malattia incurabile se non preso in tempo.

  • @Giuliano: sono d’accordissimo, con te ma deluso da Golia. uno stracccio di indagine semiscientifica la poteva fare?Come lui stesso spiegava, c’erano centinaia di Italiani.

  • Le Iene hanno la faccia come il culo, per dirla molto profanamente.
    Grazie alla loro inchiesta di un anno fa hanno creato un fenomeno mediatico dannosissimo e probabilmente causato ingentissimi danni a migliaia di persone.
    Ora ci hanno messo una toppa e come avvoltoi infiersicono sul corpo morto di Matteucci.
    E` curioso notare anche che il Dr. Speranza (quello che dichiarava alla Gazzetta del Mezzogiorno che l`Escozul ha efficacia nel 75% dei casi) appare alquanto stressato e dichiara che l`omeopatico non serve a niente.
    Pero` su il forum Salute Naturale vennero postate osservazioni dello stesso dottore sugli effetti dell`omeopatico…
    Probabilmente l`aria s`e` fatta pesante recentemente e le stesse Iene che offrirono la sponda a questi personaggi per venire alla ribalta ora offrono un’ ancora di salvezza.

    Chiarimenti dovuti da parte di Golia, ma sicuramente tardivi. Vergogna!

  • Qualcuno e’ in grado di distinguere due prodotti omeopatici?qualcuno e’ in grado di distinguere tra un solvente e un prodotto omeopatico?un rabdomante? un sensitivo?un mago?chi?Rosa,illuminami.

  • Un credente 😆

    [quote name=”Luk Blachs”]Qualcuno e’ in grado di distinguere due prodotti omeopatici?qualcuno e’ in grado di distinguere tra un solvente e un prodotto omeopatico?un rabdomante? un sensitivo?un mago?chi?Rosa,illuminami.[/quote]

Lascia un commento

16 − tredici =