Vidatox – La storia infinita

Dossier Vidatox

Segreti.

Prima di tutto una premessa sulle ultime notizie nel sito dell’associazione AMON (presidente Piero Fierro) che pubblica nuovamente la convenzione del CNR (http://www.vidatox.it/2011/08/convenzione-al-progetto-natura-farma/), stipulata con altre organizzazioni scientifiche toscane, di cui avevo già scritto nel precedente articolo (http://www.scetticamente.it/index.php?option=com_content&view=article&id=113:cera-una-volta-i-cubani-amon-e-lifac&catid=51:pseudomedicine&Itemid=71).


Il documento è lo stesso che è stato presentato dal Direttore Renzo Salimbeni nella riunione di aprile 2011 e riguarda il progetto Natura Farma ormai fallito. A quale scopo oscurare i nomi dei partecipanti, visto che sono noti? Il CNR ormai è fuori da questa faccenda, all’Istituto IFAC non se ne parla più e, tra l’altro, è solo un foglio firmato, non ci sono timbri o protocolli istituzionali. Probabilmente si tratta di una mossa disperata di Fierro, visto che è stato scaricato da Salimbeni e battuto da Pharma-Matrix. Detto ciò, veniamo alla Pharma-Matrix che continua senza sosta nella sua “missione”, così la chiama il suo presidente Francesco Matteucci. Il Vidatox continua a essere l’omeopatico più costoso al mondo, anzi, varia di prezzo da un luogo all’altro e non di poco. Eravamo rimasti all’avvio del progetto di studio con protocollo Vidatox, da parte del Prof. Ambrosino che avrebbe ricevuto i pazienti nella clinica romana, la Quisisana. Ci aveva illustrato le modalità (http://www.pharmamatrix.net/it/protocollo-vidatox.html) per l’accesso al protocollo e ci aveva informato, pubblicando un articolo al riguardo, anche nel sito dell’ospedale di Vicenza (http://www.chirurgia1-vicenza.it/pag/home.php?lang=it&id=1), peccato che poi si è rivelato un sito illegale, visto che non riguarda la chirurgia di Vicenza e lui non è il direttore. Il vero sito dell’ospedale di Vicenza ci informa su chi dirige la Chirurgia. Dopo aver attirato attenzione e critiche da noi di scetticamente il professore è virtualmente sparito: dove è finito? Segreto! Nel sito della clinica Quisisana, Ambrosino risulta tra il personale medico alla voce Chirurgia Generale ma di Vidatox non c’è notizia. Dopo il periodo estivo, di relativa calma, nel sito di Pharma-Matrix compare una nuova collaborazione con il Poliambulatorio Stella Maris di San Marino per lo studio del protocollo Vidatox, lo stesso citato in precedenza. Un ambulatorio dove al massimo fanno ecografie e raggi X, offre anche: naturopatia, agopuntura, omeopatia, idrocolonterapia ecc.;
pratiche pseudoscientifiche. Sembra che non ci sia nemmeno un oncologo, avere informazioni è sempre un segreto di stato, d’altronde fin dall’inizio è sempre stato un mistero riuscire a capire quali medici si occupino di questi pazienti oncologici. Ancora oggi è impossibile conoscere una lista di medici che operano alla Pharma-Matrix in Albania.

Vidatox clinica Stella Maris
Vidatox clinica Stella Maris

Sempre dal sito del poliambulatorio Stella Maris, possiamo leggere l’offerta protocollo vidatox . E’ interessante leggere che: “le pubblicazioni scientifiche recenti riconoscono il potenziale del veleno dello scorpione nel trattamento del cancro. Tuttavia, il vero potenziale antitumorale non è stato notato fino all’inizio degli anni 80 a Guantanamo, dagli studi empirici. Finora, la composizione del veleno di questo scorpione ed il relativo effetto sulle cellule del tumore non è conosciuta, ma la LABIOFAM (azienda farmaceutica cubana) ha deciso di determinare la citotossicità del veleno dello scorpione in questione e delle relative frazioni della proteina sulle colture del tumore e delle varie cellula umane normali (sane)”. Saremmo curiosi di conoscere questi studi visto che non si trovano e anche il perché non si conoscono gli effetti sulle cellule del tumore visto che si legge che il potenziale antitumorale è stato notato da studi empirici. Quali? Pochi giorni fa, il sito www.pharmamatrix.net segnala come consulente Medico Scientifico il Prof. Pansini Alfredo Dionisio, docente universitario di Oncologia e Specialista in Farmacologia e Medicina Naturale, che riceverà periodicamente nel Poliambulatorio Stella Maris di San Marino. Il Prof. Pansini riceverà periodicamente nel Poliambulatorio Stella Maris di San Marino oltre che presso la sua residenza professionale di Bari. Non riesco ancora a sapere di quale Centro di Bari si tratta e mentre navigo nel suo sito (http://www.mednaturalia.net/tumori.html) rimango allibita. Qualunque terapia pseudoscientifica viene spacciata come cura, non manca nulla; perfino aromaterapia, cristalloterapia, Lakhovsky-acque di luce (!?!?). Si consiglia la terapia Di Bella e si invita alla visita di un sito dove il peggio lo devo ancora leggere, praticamente si sconsigliano le cure convenzionali per il cancro (chemioterapia e radioterapia) con ciliegina finale: il complotto delle case farmaceutiche. Nei link utili, figurano perfino Hamer e Simoncini, due medici condannati e radiati dalla professione. Al poliambulatorio una visita obbligatoria, che consenta di accedere al protocollo, costa 100 euro, i successivi controlli obbligatori 80 euro, la visita consiste nella valutazione della cartella clinica e può essere portata anche da qualcun altro. Una boccetta poi, vi costerà 150 euro, una boccetta di acqua, lo ricordo! Ma questa è una “missione” con i proventi si finanzierà uno studio, dicono. Comunque, chiedendo informazioni alla Quisisana rispondono che non sono in grado di dare risposte in merito, alla Stella Maris non si riesce a sapere di che visita si tratta e da chi si viene visitati, a Tirana non abbiamo ancora scoperto il nome di un solo medico. C’è ancora la casa di cura Domus Medica di San Marino dove, il Prof. Ambrosino effettua visite private, per il momento dicono che nella loro clinica il protocollo Vidatox non viene applicato e se fosse ancora un segreto? Mah…vedremo.

Clicca sull'immagine per ingrandire
Clicca sull’immagine per ingrandire

Rosa Contino

 

 

Aggiornamento dell’ultima ora:

Oggi, 27 settembre 2011, organi di stampa riportano la notizia di un ingente sequestro di falsi antitumorali, tra cui il Vidatox, all’aeroporto di Bari. I farmaci provenivano dall’Albania diretti a San Marino. F.M, pisano di 48 anni e presidente di PharmaMatrix, è stato denunciato a piede libero.

Rosa Contino

35 comments

  • Sono preoccupatissima, mio marito ha un tumore. è in cura allo ieo, ma da un po’ di tempo vorrebbe abbandonare la cura dello ieo e comprare il vidatox. Gli ho fatto leggere i vostri articoli, ma non c’è verso di convincerlo a desistere. Le cure allo ieo vanno bene non capisco perche vuole abbandonarle. Che posso fare

  • Benvenuta Antonia.
    Le persone scelgono in tutta libertà, anche quando questo potrebbe essere pericoloso. Prendete tutte le informazioni possibili, quelle veritiere. Ricorda che non esiste nessuno studio e che il vidatox è solo acqua, non contiene nessun principio attivo e tanto meno veleno di scorpione. Auguri per la vostra lotta 🙂
    [quote name=”antonia”]Sono preoccupatissima, mio marito ha un tumore. è in cura allo ieo, ma da un po’ di tempo vorrebbe abbandonare la cura dello ieo e comprare il vidatox. Gli ho fatto leggere i vostri articoli, ma non c’è verso di convincerlo a desistere. Le cure allo ieo vanno bene non capisco perche vuole abbandonarle. Che posso fare[/quote]

  • Un messaggio per il marito di Antonia

    Salve,
    so che nella malattia a volte ci si aggrappa ad ognuno che fornisce anche la pur minima speranza, purtroppo la storia della medicina è piena di casi simili, ma se posso permettermi un consiglio non intraprenda questa strada.
    Se vuole provare con il Vidatox non me la sento di sconsigliarglielo, è una sua scelta e la cosa potrebbe limitarsi ad un esborso economico da parte sua per le visite a San Marino e l’acquisto di un qualcosa che ormai è appurata trattarsi di acqua, ma non abbandoni la cira classica che è l’unica che potrebbe fornirle una guarigione. Non sono io a dirlo, e potrei essere preso come uno di parte data la lotta che stiamo improntando in queste pagine, ma la stessa ditta produttrice del Vidatox, la Labiofam di Cuba, che considera il Vidatox come un coadiuvante e non un farmaco anticancro. Noi abbiamo sempre considerato il, diciamo, farmaco come inutile, ma quì si sta dimostrando che alla fine è anche dannoso. Non consideriamo dannosi solo gli effetti collaterali diretti, ma anche questi che sono ancora peggiori. Labiofam dispensa un farmaco che loro stessi considerano non un anticancro, ma il tam tam di internet lo sta dipingendo come l’unico rimedio che addirittura crea miracoli. Mi creda ne ho lette tante, malgrado le posizioni ufficiali di Labiofam, PharmaMatrix e company, per il popolo il Vidatox è un metodo per curare il cancro. Questo è sbagliato. Nessuno fa nulla per impedirlo. Nessuna voce ufficiale da parte di chi lo produce e lo dispenza dice la verità su che cosa stanno facendo ai malati di cancro. Inutile che ogni tanto qualcuno cerca di difendere le cose dicendo che il vidatox combatte e non cura, per i malati il vidatox non hanno importanza le sottigliezze linguistiche e il combate diventa automaticamente cura. Non ci crede? Decine di articoli anche su giornali dipingono il Vidatox come metodo anticancro e chi legge interpreta con cura il cancro. Se provasse a chiedere a chi lo usa perché lo fa sono sicuro che la maggior parte delle persone le direbbero ” perché cura il cancro”.
    Qualche giorno fa una mia amica medico mi ha fatto parlare con un suo amico malato che le ha chiesto informazioni sul vidatox. Mi ha detto il perché lo vuole usare ” perché la chemioterapia fa male mentre questo guarisce senza effetti collaterali” . Capisce cosa intendo nella percezione della realtà?
    Cosa c’è di sbagliato in tutto ciò? Forse noi ci stiamo appigliando ad una questione ideologica perché non riteniamo giusto che qualcuno si arricchisca ai danni dei malati?
    Assolutamente no, tutte le aziende farmaceutiche lo fanno non lavorano certo per il bene della comunità e personalmente credo siano una massa di avvoltoi, è che riteniamo dannoso pensare che un farmaco omeopatico possa curare il cancro spingendo i malati, in nome della speranza, ad abbandonare la strada classica che attualmente è l’unica che garantisce risultati. Vuole provare il Vidatox?
    Le posso solo dire che non siamo d’accordo, ma se si limita a questo, e cioè aggiungere alle cure dello IEO un qualcosa di scientificamente non dimostrato ( e non perché ostacolato dalla Big Pharma questa è una barzeletta ) lo faccia pure togliendo dai suoi fondi dei soldi che potrebbe impiegare in manera sicuramente più costruttiva ( non immagina proprio quanto le verrà a costare una cura presunta per un solo anno ) , ma non faccia l’errore di credere nel miracolo abbandonando il percorso che sta facendo perché vorrebbe solo dire aggiungere una vittima a quanti sono stati già catturati dal cancro.

  • Rosa, le pubblicazioni cubane non vengono mai diffuse dalle riviste di settore per motivi politici. Come lei saprà bene, la repubblica di Cuba è sottoposta a un blocco economico illegale da parte di USA e paesi satelliti per cui i cubani non vengono considerati nemmeno se scorpissero la ricetta della vita eterna.
    Tuttavia esiste un database di pubblicazioni cubane limitato al solo territorio della repubblica di Cuba che potrà trovare a http://bvs.sld.cu/revistas/ibi/indice.html
    Uno degli articoli che le può interessare è un pdf a http://scielo.sld.cu/pdf/ibi/v28n1/ibi06109.pdf

    E’ scritto in spagnolo ma sono certo che non avrà difficoltà alcuna a leggere.

    Quanto alla sua definizione del Dott. Simoncini (radiato dall’albo ma sempre medico) la invito a leggere su pubmed la quantità di articoli sul BCS sotto investigazione come antitumorale.

    Hamer è un pazzo.

    Cordiali saluti

    Sauro

  • Scusi se mi permetto ancora ma questo è interessante per l’argomento BCS/Simoncini, non dimostra le ragioni del medico radiato ma conferma che il BCS qualcosa fa, se non altro inibisce la formazione di metastasi e questo significa che la teoria del Simoncini non è truffaldina e campata in aria come lei e i vari debunkers intenderebbero dimostrare.

    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19276390

  • Sauro la ringrazio per l’intervento, ma almeno in alcuno punti devo contraddirla. La comunità scientifica non ha mai negato la pubblicazione di studi cubani e nei canali ufficiali ce ne sono . Non è mia intenzione sminuire gli effetti dell’embargo su Cuba sia chiaro, ma a volte forse viene un po’ sopravvalutato . Non nego che alcune informazioni possano essere filtrate, ma saprà anche lei che se un’informazione vuole arrivare ufficialmente alla scienza, non c’è embargo che tenga.
    Per gli altri riferimenti naturalmente li terremo presenti.
    Ora una considerazione, forse personale.
    Accordiamo sul fatto che gli studi cubani non arrivano all’esterno dell’isola Castrista a causa dell’embargo, ma mi sembra improbabile che poi nel mondo non soggetto all’embargo nessuna istituzione scientifica abbia approfittato della situazione di blocco per sfruttare la scoperta per portare avanti uno studio. Se sotto ci sono degli interessi grandi anche politici allora siamo ben certi che nel mondo non se li lascerebbero scappare.

    [quote name=”Sauro”]Rosa, le pubblicazioni cubane non vengono mai diffuse dalle riviste di settore per motivi politici. Come lei saprà bene, la repubblica di Cuba è sottoposta a un blocco economico illegale da parte di USA e paesi satelliti per cui i cubani non vengono considerati nemmeno se scorpissero la ricetta della vita eterna.

    Sauro[/quote]

  • Bentornato Sauro.

    Come me la spiega la pubblicazione di studi sulla mangiferina da parte dei cubani? http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?term=mangiferina

    solo per fare un esempio. Il fatto che alla fine hanno commercializzato un omeopatico, secondo me, è una risposta ulteriore alla mancanza di evidenza di efficacia della tossina. Io sarei felicissima se la tossina dello scorpione cubano possa dare i risultati sperati nella cura del cancro. Trovo altrettanto VERGOGNOSO il commercio truffa del vidatox omeopatico. D’altronde, come mai anche Chavez e Castro si curano a Cuba con la chemioterapia? Non mi vorrà dire che fanno finta e che in verità a loro è riservata la nuova cura con il veleno dello scorpione?

    In quanto a Simoncini, oltre ad essere radiato è anche stato condannato per omicidio. Esistono decine di studi sugli effetti del bicarbonato sul cancro che ne dimostrano l’inefficacia, in alcuni casi si evidenzia addirittura l’aumento di volume dei tumori.

    [quote name=”Sauro”]Scusi se mi permetto ancora ma questo è interessante per l’argomento BCS/Simoncini, non dimostra le ragioni del medico radiato ma conferma che il BCS qualcosa fa, se non altro inibisce la formazione di metastasi e questo significa che la teoria del Simoncini non è truffaldina e campata in aria come lei e i vari debunkers intenderebbero dimostrare.

    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19276390%5B/quote%5D

  • Innanzitutto voglio fare i complimenti alla signora/ina Contino per l’indagine.
    Rispondendo al sig Sauro, e rimarcando quanto detto da Luca Menichelli e Rosa Contino, la scienza non si è mai opposta alle scoperte cubane e ci sono pubblicazioni di scienziati da cuba pubblicate su riviste internazionali. Porto come esempio il GIBG 300 di paternità appunto cubana. Quindi basta con l’alibi della censura internazionale ai cubani per giustificare la mancanza di pubblicazioni sull’efficacia del Vidatox.

  • Sono il medico che potrebbe visitare a San Marino il prossimo 10 ottobre.Quale colpa avrei se il mio curriculum è ricco di titoli della medicina ufficiale e non ? Devo allinearmi come chi mi attacca a qualche diktat ? Nella lotta contro il tumore, dove palesemente la medicina ufficiale zoppica ed il profitto delle aziende farmacentiche la fa da padrone e trova nelle sue penose dichiarazioni qualche affiliato, tutto deve essere possibile.Se trovassi una strega capace di evitare la morte di un malato di tumore l’accompagnerei personalmente al capezzale del paziente.Avrebbe salvato una vita, altro che storie !Difenda pure, come me, le sue teorie , ma legga almeno attentamente quanto è scritto.Nel sito è riportato il luogo e la struttura dove lavoro da 25 anni e onorevolmente.Lei piuttosto cosa fa di interessante per il prossimo ? o scrive solo di queste cose ?
    Mi accusa di non essere specialista.Ho un Master Universitario di Oncologia, uno di cure palliative, uno di ipertermia, sono docente di oncologia presso un ‘università straniera, e di fisiopatologia generale presso un’altra università estera, ho un diploma triennale di omeopatia e medicina naturale.Le basta ? ( è peccato ? avrei dovuto frequentare solo la sua parrocchia ?), sono stato componente del comitato etico dell’istituto a carattere scientifico dell’oncologico di Bari, ma sono stato anche fra gli “eretici” come Di Bella ed altri che, non allineati al regime,pagano anche attraverso certe dichiarazioni di poco conto, l’ostracismo imperante.Lei quali credenziali può vantare ? Il mio stipendio l’arrotondo come credo, è mia facoltà, l’importante che sia fatto in modo onesto, e lo è.
    Se non riesce a comprendere quanto su esposto se lo faccia spiegare da un ragazzino di quinta elementare, non è difficile, ma deve provare ad aprire il cervello piuttosto che a scardinare inutilmente e ingiustamente quello degli altri.
    Auguri,
    Alfredo Pansini

  • Gentile collega, mi fa piacere constatare che lei ha trovato il modo per arrotondare aiutando gli altri, ma mi permetta
    Di dissentire su alcuni punti, dato che lei menziona titoli sono stato oncologo per 30 anni quindi posso parlare vero?
    I suoi paventati master non la qualificano come oncologo, dovrebbe sapere che ci vuole ben altro.
    Ma quello che più mi turba è il suo modo di approfittare dei malati di cancro in questo modo.
    Forse farò parte della vecchia scuola, ma la visita che condurrà lei e i suoi colleghi solo visionando della documentazione e in quattro e quattr’otto tira fuori dal cilindro magico la dosew di omeopatico da somministrare la vedo una frode.
    Spero si metta una mano sulla coscienza e capisca che è anche a causa di gente come lei che la nobile arte medica è allo sfacelo.
    Non saranno certo le mie parole e gli articoli della signora contino a rovinarle il business naturalmente e questo lei lo sa, ma ci tenevo a dirle , da collega a collega, quello che penso di lei.
    Cordialmente saluto.
    Dimenticavo. Potrebbe dirci in quali università è docente? Non mi piace quando qualcuno dice che è professore all’estero senza dire dove. Sa di bufala.

  • La sua, quella della Contino, sono atteggiamenti preostituiti.CICAP docet.Restate dunque delle vostre rispettabili convinzioni.Non ho la pretesa di convincere nessuno.Chi mi conosce bene sa la verità.E’ vero che su internet si può trovare di tutto.E’ ancor più vero che il silenzio è la miglior risposta per chi non cerca se non la propria verità.
    Per le sue richieste, sono abilitato alla professione e non mi spaccio nè mi sono mai spacciato per oncologo o specialista in oncologia.
    Spero che come me abbia ben altro a cui pensare.Mi ha offeso e ingiustamente.Ciò che dice non corrisponde al vero e potrò sempre dimostrarlo.Sappia solo questo.In trenta anni di professione non ha imparato neanche a trattare con i colleghi.Distinti saluti

  • Si sente offeso? Eppure non fa nulla per smentire quello che ho detto continuando solo ad infierire.
    Non ha risposto a nessuna delle mie domande e non vedo cosa c’entri sto sicap che non so nemmeno cosa sia.
    Io non vado avanti a dogmi e ragiono con la mia mente non con dei preconcetti questo deve essere chiaro, ma non posso passare sopra la sua prepotenza .
    Se si ritiene offeso me ne scuso, la mia opinione potrebbe essere stata pesante, ma ne ho conosciuti molti che hanno lucrato sul cancro e io invece ho contribuito attraverso quella medicina che lei tanto odia, quella classica, a migliorare e salvare centinaie di vite.
    Ora lei avrà anche tutti i titoli che vuole , ma quanti casi di cancro ha curato con l’omeopatia?
    Che elementi ha per svolgere visite oncologiche come lei le concepisce anche senza interessato ?
    Che elementi ha per ritenere valido un rimedio come il Vidatox che non ha subito nemmeno una sperimentazione?
    Mi dispiace , ma non mi piace, poi lei continui a fare il suo lavoro in questo modo, ritiro l’accusa di truffa. La situazione forse è anche peggiore se crede veramente in quello che fa.
    Le auguro di aiutare veramente la gente a guarire, ma si ricordi che non tarderà il giorno in cui gli insoddisftatti le tireranno contro le sue azioni.
    Cordialmente.

    Scusate gli strafalcioni, ma a 65 anni non riesco a usare sto ipod che mi hanno regalato

  • Le rispondo solo con una battuta che mi ha gentilmente suggerito. Quando i miei bambini delle elementari hanno il mal di pancia, dò a loro una caramella raccontandogli una storiella e loro mi rispondo: “ma dai Rosa, fai finta, è solo una caramella”. Non la si racconta, nemmeno ai bambini delle elementari 😀

    [quote name=”Alfredo Pansini”]Sono il medico che potrebbe visitare a San Marino il prossimo 10 ottobre.Quale colpa avrei se il mio curriculum è ricco di titoli della medicina ufficiale e non ? Devo allinearmi come chi mi attacca a qualche diktat ? Nella lotta contro il tumore, dove palesemente la medicina ufficiale zoppica ed il profitto delle aziende farmacentiche la fa da padrone e trova nelle sue penose dichiarazioni qualche affiliato, tutto deve essere possibile.Se trovassi una strega capace di evitare la morte di un malato di tumore l’accompagnerei personalmente al capezzale del paziente.Avrebbe salvato una vita, altro che storie !Difenda pure, come me, le sue teorie , ma legga almeno attentamente quanto è scritto.Nel sito è riportato il luogo e la struttura dove lavoro da 25 anni e onorevolmente.Lei piuttosto cosa fa di interessante per il prossimo ? o scrive solo di queste cose ?
    Mi accusa di non essere specialista.Ho un Master Universitario di Oncologia, uno di cure palliative, uno di ipertermia, sono docente di oncologia presso un ‘università straniera, e di fisiopatologia generale presso un’altra università estera, ho un diploma triennale di omeopatia e medicina naturale.Le basta ? ( è peccato ? avrei dovuto frequentare solo la sua parrocchia ?), sono stato componente del comitato etico dell’istituto a carattere scientifico dell’oncologico di Bari, ma sono stato anche fra gli “eretici” come Di Bella ed altri che, non allineati al regime,pagano anche attraverso certe dichiarazioni di poco conto, l’ostracismo imperante.Lei quali credenziali può vantare ? Il mio stipendio l’arrotondo come credo, è mia facoltà, l’importante che sia fatto in modo onesto, e lo è.
    Se non riesce a comprendere quanto su esposto se lo faccia spiegare da un ragazzino di quinta elementare, non è difficile, ma deve provare ad aprire il cervello piuttosto che a scardinare inutilmente e ingiustamente quello degli altri.
    Auguri,
    Alfredo Pansini[/quote]

  • Dott. Pansini.

    Sono anche io un collega.

    Anche io penso che le tue dichiarazioni sono facilmente male interpretabili e poco chiare e per questo desidererei un chiarimento.

    Stai per caso affermando che hai in progetto di curare il cancro con un prodotto omeopatico (ed aggiungo mai validato scientificamente)??

    Visto che la risposta è bene darla chiara, rispondimi per favore con un SI o con un NO.

    Grazie.

  • Siamo finalmente arrivati al punto cruciale. puo’ allora lei dimostrare che l’omeopatia a effetti superiori al placebo?risponda con un si o con un no.cordialmente.

  • Noto con rammarico che tra le decine di cure alternative, manca la potentissima tisana antitumorale ESSIAC. Qualcosa manca Rosa.

  • Non proprio. In realtà stiamo preparando una bella carrellata di metodi in un articolo nuovo e ci sarà anche essiac, amaro svedese e tanti altri rimedi anticancro che purtroppo non sono spariti dalla circolazione. Dovrai pazientare però…

    [quote name=”Luk Blaks”]Noto con rammarico che tra le decine di cure alternative, manca la potentissima tisana antitumorale ESSIAC. Qualcosa manca Rosa.[/quote]

  • tutti questi sapientoni ma voi l’avete provato il vidatox prima di buttare flottole provatelo x che chi non ce nel mezzo non puo considerare e allora smettetela con le chiacchiere x che il vidatox funziona a 100×100 e io ne o le prove mia moglie aveva tumore con metastasi al cervello stomaco cervicale scelle surrene dx collo schiena toracica il tumore con le metastasi al cervello e in vari parti del corpo sono combletamente spariti e x i medici ci voleva solo un miracolo x salvalla allora avete capito e allora ripeto se il vidatox funziona o pure no fatelo dire solo a chi lo usa e a chi lo ha usato avete capito tanti auguri di buona guarigione a tutti i soffernti distinti saluti famiglia Rinallo dalla germania.

Lascia un commento

venti − diciotto =