Una vita ribelle tra stelle, gatti e simpatia.

Approfondimenti, In Evidenza

Ho avuto il piacere di parlare con lei, seppur solo telefonicamente, circa un anno fa per richiedere la sua partecipazione ad un convegno che stiamo organizzando e posso dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla sua disponibilità, una caratteristica tipica di chi ha una grande cultura, ma che mantiene l’umiltà capace di fare di una persona normale una grande persona. Mi disse semplicemente, ridendo dall’altra parte della cornetta che aveva lo spirito di una quindicenne, ma il corpo di una novantenne e che le sarebbe piaciuto passare un paio di giorni al mare, ma non se la sentiva. Compresi il suo rifiuto, dettato dall’età e non certo dalla voglia, e aggiunse che ci avrebbe raggiunto col pensiero perché l’idea le “garbava”. Di note biografiche sono state scritte molte, io preferisco parlare della donna che era dietro ad una delle maggiori menti mondiali del XX e XXI secolo.

Margherita Hack, stando a quanto detto da chi ha avuto veramente il piacere di conoscerla di persona, era così. Una donna affabile e amichevole, sempre pronta alla battuta nel suo inconfondibile accento Toscano. I suoi gesti ormai sono entrati nella storia, le sue risate, il suo viso sempre sorridente anche quando c’era da “battibeccare”, il suo scrollare le spalle a voler sottolineare “non me ne ne importa nulla”. Affabile, gentile, collaborativa, ma battagliera. Una donna che non è mai scesa a compromessi. Una donna che non si è accontentata a fare la segretaria del “barone” di turno all’Università, ma che ha saputo imporsi in un mondo baronale e maschilista dimostrando con l’intelligenza e la tenacia le sue capacità appropriandosi di quello che le spettava di diritto.

Ha saputo ottenere tutto quello che voleva, dai traguardi sportivi quando era una “giovinetta”, all’ambìto posto di direttore di un osservatorio astronomico guadagnandosi il primato di prima donna ad avere un simile incarico.

Ribelle, laica, libera e testarda. Un modello da seguire sia come scienziata che come donna.

Ci mancherai Margherita Hack.

http://it.wikipedia.org/wiki/Margherita_Hack

http://www.scetticamente.it/index.php?option=com_content&view=article&id=182:nove-vite-come-i-gatti-margherita-hack&catid=42:libri&Itemid=68

Luca Menichelli

One thought on “Una vita ribelle tra stelle, gatti e simpatia.

Rispondi a Luk Blacks Annulla risposta

2 × 2 =