2012 – Il calendario dei Maya

Profezie

Pochi secondi prima di scrivere questo articolo, ho provato ad effettuare una ricerca su GOOGLE digitando nel campo di input “ 2012 fine del mondo “ . Il risultato è impressionante, ci sono 11.200.000 risultati. Impiegheremmo una vita a leggere tutte le pagine che si occupano del presunto profetico-apocalittico epilogo della nostra esistenza su questa terra che dovrebbe avvenire , a seconda delle varie interpretazioni sull’origine  dell’ultimo ciclo ( vedremo cosa intendo) , o il 21 0 il 23 Dicembre 2012. Di pagine ne sono state scritte molte riguardo alla profezia che qualcuno sostiene avrebbero lasciato i Maya qualche millennio fa, in alcuni casi portando avanti una vera  e propria dimostrazione scientifica sulle decine di catastrofi cosmiche che dovrebbero abbattersi sul nostro pianeta azzurro, da bombardamenti di flair solari , all’inversione dei poli magnetici , dall’esplosione del vulcano Yellowstone all’influsso malefico del campo gravitazionale di Nibiru. Non sto ad elencare l’enormità di baggianate pseudoscientifiche che ruotano intorno al 2012, delego l’onere all’articolo che abbiamo pubblicato, tradotto dall’inglese dallo staff di Query Online,  in cui a parlarne è nientemeno che la NASA. Questo articolo ha solo lo scopo di illustrare il perché si è generato tutto questo marasma mediatico che ha coinvolto scienziati, scrittori, giornalisti, registi di Hollywood, amanti della new age e chi più ne ha più ne metta. Tutto ha avuto origine da quello che è il calendario dei Maya e in particolare da quello che è definito “Lungo computo”
I Maya erano un popolo che viveva nell’attuale Messico e avevano sviluppato una buona conoscenza dei fenomeni astronomici grazie ai loro pensatori che riuscivano a predire eventi ciclici con grande anticipo. La cosa ha spinto in molti a considerare come profetici dei semplici calcoli astronomici che non necessitano certo di particolari attrezzature, ma che sono appannaggio di ogni civiltà che ha avuto la capacità di tramandare le informazioni di generazione in generazione. In parole povere non erano dei superastronomi capaci di scoprire eventi che la NASA ora non è in grado di comprendere.
Ma il centro della questione, che a noi interessa per capire il perché proprio il 21 o 23 Dicenbre 2012 dovrebbe avvenire questo particolare evento, è nel lungo computo del Calendario Maya.
I maya utilizzavano tre tipi di calendario per determinare il tempo: Tzolkin , Haab e lungo computo e studiarli devo dire che ha qualcosa di affascinante .

Simboli del calendario Tzolkin
Simboli del calendario Tzolkin

TZOLKIN

Il calendario Tzolkin aveva una durata complessiva di 260 giorni ed era basato su due cicli uno di 13 e uno di 20, che moltiplicati danno appunto 260.
Un ciclo seguiva una sequenza numerica da 1 a 13 e l’altro seguiva una sequenza di nomi e cioè: Imix , Ik’ , Akb’al , K’an , Chichan , Kimi , Manik’ , Lamat , Muluk , Ok’ , Chuwen , Eb , B’en , Ix , Men , Kib’ , Kab’an , Etz’nab’ , Kawak , Ajaw.
Non pensate che il sistema funzionasse come il nostro calendario costituito da cifre e mesi, lo Tzolkin assomigliava più a due ingranaggi, uno dentro l’altro , in cui quello interno spingeva in avanti di un passo anche l’altro .
Ogni giorno sia la sequenza numerica che quella nominale avanzava di uno così si aveva 1 Imix poi 2 Ik’ , 3 Akb’al e così via. Arrivati a 13 B’en procedeva con 1 Ix , 2 Men … 7 Ajaw per ricominciare con 8 Imix , 9 Ik’ e così via. Ognuna delle coppie si incontra solamente ogni 260 giorni.

HAAB

Il ciclo Haab aveva una durata di 365 giorni ed era legato al ciclo delle stagioni era un calendario solare come il nostro. Era costituito da 18 periodi di 20 giorni che venivano chiamati : Pop , Wo , Sip , Zotz’ , Sek , Xul , Yaxk’in , Mol , Ch’en , Yax , Sak , Kej , Mak , K’ank’in , Muwan , Pax , K’ayab’ , Kumk’u . Oltre a questi vi erano 5 giorni “sfortunati” denominati Wayeb’.  I giorni dei periodi erano numerati da 0 a 19.

Tzolkin e Haab si combinavano costituendo il ciclo calendariale che durava 18980 giorni, e cioè 52 anni.

Simboli del calendario Haab
Simboli del calendario Haab

In tutto ciò si sarà notato, oltre alla complessità del meccanismo, anche la mancanza di un metodo per definire gli anni. In pratica dopo 52 anni il ciclo Tzolkin Haab si azzerava, ricominciava , ma se si doveva lasciare una testimonianza era impossibile risalire a quale 3 Imix 12 Yak ci si riferiva. Per ovviare a ciò i Maya introdussero il lungo computo. Questo calendario è costituito da 5 numeri che interagiscono come una sorta di contachilometri .
Il primo elemento , il primo numero sulla destra , è il Kin ed equivale al giorno solare di 24 ore e viene rappresentato dai numeri compresi tra lo 0 e il 19 . Concluso un ciclo di 20 Kin si avanza di una unità Unial che viene rappresentato dai numeri compresi tra 0 e 17.
Ogni Tun, che è il terzo numero della serie, è costituito da 18 Unial e quindi da 360 giorni. Il Tun viene rappresentato dai numeri compresi tra 0 e 19.
Ogni Katun , il secondo numero, è costituito da 20 Tun per un totale di 7200 giorni. Il Katun viene rappresentato dai numeri compresi tra 0 e 19.
Il primo numero rappresenta il Baktun che è costituito da 20 Katun e quindi da 144.000 giorni. Baktun, a differenza degli altri, veniva contato da 1 a 13 con il 13 che equivaleva a 0. In pratica non si aveva mai 0.0.0.0.0 ma 13.0.0.0.0 .
Facendo il calcolo ogni ciclo completo del lungo computo era composto da 1872000 giorni equivalenti a circa 5125 anni.

Ora che si è capito come era fatto il calendario Maya cerchiamo di capire il perché di tutto questo marasma sul 2012.
Il 21 Dicembre 2012, almeno secondo i calcoli della maggioranza delle fonti che hanno studiato le origini e la cultura dei Maya, avrà come data 13.0.0.0.0 . Secondo gli esperti , infatti, questo ciclo sarebbe iniziato l’11 Agosto del 3114 A.C. Altri sostengono che sia iniziato il 13 Agosto del 3114 A.C e quindi il prossimo 13.0.0.0.0 dovrebbe coincidere con il 23 Dicembre 2012, ma vista la situazione non credo sia il caso di essere puntigliosi per due giorni.
Nella nostra cultura alla fine di un ciclo ne inizia semplicemente un altro, la cosa avviene ogni anno tra il 31 Dicembre e il primo di Gennaio, per i Maya il cambio di ciclo era portatore di particolari eventi tanto che era prevista una enorme celebrazione religiosa alla fine del ciclo, ma in effetti nessuno degli esperti di cultura Maya ha mai ipotizzato una profezia . In pratica i Maya ci hanno lasciato un bellissimo calendario, ma nessuna interpretazione. Quest’ultima è stata creata ad arte da vari speculatori in cerca di fama che hanno alimentato un business non indifferente, oltre ad aver alimentato , cosa che continuano a farlo, infondate paure per degli eventi che dovrebbero avvenire in un giorno che sarà un Venerdì come tanti.
Malgrado faccia sorridere che nel 2011 qualcuno continui a credere a queste favolette, la cosa è inquietante e non è raro imbattersi in colloqui con persone che credono alla possibile apocalisse imminente, complice anche , come abbiamo detto, l’evoluzione che ha avuto il concetto di fine del mondo che ora ha assunto la connotazione di evento scientificamente dimostrabile e dimostrato con minacce provenienti dallo spazio profondo, con complotti mondiali delle istituzioni che ci tengono all’oscuro dell’evidenza per evitare il panico generale e cose simili.
Cosa posso dire, sarà il tempo a dirci chi ha ragione.
Qui sopra abbiamo inserito un conto alla rovescia al 21 Dicembre 2012, un modo per tenere a mente quanto manca alla fine del mondo o molto più probabilmente alla fine dell’ennesima bufala apocalittica nell’attesa che ne venga pronunciata un’altra.

Luca Menichelli

201 comments

  • Pare di sì 🙂
    http://www.centrometeoitaliano.it/meteorite-russia-trovati-frammenti-meteora-caduta-asteroide-19-febbraio-2013/

    [quote name=”Luk Blacks”][quote name=”myrose”]Certo che ci ha protetto, i frammenti non sono cristalli di meteorite ma frammenti di vetri andati in frantumi a causa dell’onda d’urto. A proposito, DA14 è passato…buon compleanno Pamela 😉

    [quote name=”L&M”]Non sono affatto collegati, anche se ora qualcuno sparerà cazzate con collegamenti improbabili, è solo una coincidenza. Ti consiglio di leggere questo e guardare il video. Piogge di meteoriti capitano quasi tutti i giorni, ma di solito non creano danni e finiscono nel nulla nell’atmosfera, questa volta la nostra protezione terrestre non è stata sufficiente.

    P.S. Auguri e goditi la festa

    http://www.gravita-zero.org/2013/02/piogga-di-meteoriti-negli-urali-in.html

    [quote name=”Pamela”]ragazzi come me la spiegate la pioggia di meteoriti cadute in russia?? :'( io ero tranquilla ma adesso dicono che l asteroide entri in astmosfera…dicono al telegiornale che si riesce ad individuare un asteroide o una meteorite perche’ sono impercettibili e che e’ stato un caso averlo scoperto il da14 quindi la verita’ qual e’ ??vi prego sto nel panico :'([/quote][/quote][/quote]
    Rose:non ho ancora capito se questi frammenti sono stati trovati.[/quote]

Rispondi a Rosa Contino Annulla risposta

quindici − 14 =